D, ecco l’identikit di una vitamina importante (anche) per la pelle

E’ la “quarta” vitamina dell’alfabeto e svolge moltissime importanti funzioni del nostro organismo. Ecco un breve identikit della vitamina D:

• Cos’è? Si tratta di un pro-ormone liposolubile prodotto a livello della cute per azione dei raggi UVB. Quindi l’esposizione solare rappresenta la principale sorgente naturale della vitamina.
• Può essere assunta anche attraverso la dieta? Sì i cibi ricchi di vitamina sono latte e latticini, carne di maiale, uova e pesce (tra cui merluzzo, orata, palombo, sogliola, trota, salmone e aringhe). Tuttavia l’alimentazione non può essere considerata una fonte adeguata.
• Che ruolo svolge? Regolare l’assorbimento intestinale di minerali fondamentali come il calcio e il fosforo. Così favorisce la normale formazione e mineralizzazione dell’osso. E’ poi coinvolta nel processo che garantisce una normale contrattilità muscolare e interagisce con il sistema immunitario esercitando un effetto immunomodulante.
• Cosa succede se è carente? Per molte persone la presenza insufficiente della vitamina è asintomatica e non comporta problemi di salute. Una grave carenza può invece causare rachitismo nei bambini e l’osteomalacia negli adulti. Possono poi verificarsi anche una riduzione della forza muscolare e dolori diffusi. Infine rende i denti più deboli e vulnerabili alle carie.

La vitamina D svolge anche un ruolo importante anche nella fisiologia della pelle. Ne regola molti processi come, per esempio, la proliferazione e il differenziamento cellulare. Migliora inoltre la funzione delle cellule immunitarie della nostra cute e favorisce il mantenimento di una corretta barriera epidermica. Diversi studi clinici hanno poi dimostrato come la carenza della vitamina sia associata al rischio d’insorgenza di patologie infiammatorie come la psoriasi o la dermatite atopica. Per tutti questi motivi la vitamina D può rappresentare un’importante opzione terapeutica per la gestione di alcune malattie della cute.

News