La pelle si cura con la Medicina Estetica?

La persona che si sottopone alla medicina estetiche non è più solo quella sana e in ottima salute ma oggi, grazie alla ricerca che ci mette a disposizione terapie con elevati standard di sicurezza, la medicina estetica si rivolge sicuramente anche a coloro soffrono di malattie e anche di malattie croniche importanti.

La Medicina Estetica è medicina, a tutti gli effetti. Tratta alterazioni fisico-estetiche della cute, delle mucose e degli annessi che toccano una vasta fetta della popolazione. Questo ci fa capire l’importanza del congresso SIME 2021 (Società italiana di medicina estetica)  in corso,  presso il Centro Congressi Rome CavalieriWaldorf Astoria Hotels&Resorts a  Roma e presieduto da Prof. Emanuele Bartoletti.

Le persone colpite da patologie infiammatorie come dermatite atopica, psoriasi e idrosadenite suppurativa, così come quelle colpite da vitiligine o da altre alterazioni delle mucose e degli annessi cutanei che oggi sono oggetto di studi e continui aggiornamenti da parte della medicina estetica.

Alle comuni terapie riguardanti l’invecchiamento e i disturbi psicosomatici derivanti da una bassa autostima si aggiungono anche i pazienti oncologici. La medicina estetica oncologica rappresenta la nuova frontiera della medicina estetica. Nel 2020  in Italia sono state stimate ( Fonte: Aiom) 377mila nuove diagnosi di tumore. Il tumore più frequentemente diagnosticato è il carcinoma della mammella (54.976, pari al 14,6% di tutte le nuove diagnosi), seguito dal colon-retto (43.702), polmone (40.882), prostata (36.074) e vescica (25.492). In questa ottica è importante prevedere programmi di educazione multidisciplinare. Medici Estetici, oncologi, radioterapisti, dermatologi, endocrinologi, ginecologi, angiologi, psicologi e psichiatri, chirurghi plastici, dermatologi, dietologi, ortopedici, terapisti della riabilitazione, infermieri, psicologi e psichiatri, sono solo alcuni degli specialisti chiamati a rispondere alle esigenze di estetiche dei propri pazienti.

Il numero di coloro che necessitano di un consulto medico per motivi estetici è in rapido aumento: per poter fornire un riscontro adeguato occorre formare specialisti medici ed operatori sanitari che sappiano lavorare insieme.

Particolare attenzione va riservata al grande pubblico al quale dobbiamo dare informazioni scientificamente corrette per aiutarlo a districarsi nelle opzioni terapeutiche con competenza. Le informazioni devono essere fruibili da tutti e reperibili in rete e nei social perché spesso è nei social che si cercano risposte.

La medicina estetica può fornire risposte puntuali per offuscare i numerosi impostori della rete ai quali non può essere lasciato lo spazio e il compito di fare assistenza sanitaria, questo compito spetta alla comunità scientifica che insieme ai pazienti e ai cittadini, deve relazionarsi con le istituzioni per costruire percorsi appropriati per tutti.

 

Danni esteticiDisagi e feriteInvecchiamento cutaneoMelanomaNewsPatologie cronichePsoriasiTumori