Benessere femminile: attenzione a non sottovalutarla l’igiene intima

24 agosto 2020 – Molte donne sono convinte di avere la soluzione infallibile per la propria igiene intima. Eppure non è proprio così scontato sapere con certezza quando, come e con quale detergente lavarsi.

  • Al risveglio e prima del sonno: meglio non esagerare: se vi lavate troppo spesso rischiate di seccare la pelle. Di base, va bene due volte al giorno: al risveglio e la sera, prima di andare a dormire
  • Tanta acqua: sciacquate con molta cura e in abbondanza, evitando di lasciare residui di detergente
  • No al sapone per le mani: meglio utilizzare un detergente ad azione antisettica.
  • Cambiare asciugamano: l’umidità rappresenta un terreno fertile per i batteri, perciò l’asciugamano deve essere cambiato ogni giorno e non va condiviso con nessun componente della famiglia
  • Ogni età ha il suo prodotto: il detergente della mamma non va bene per le bambine: l’acidità della loro pelle ha un pH più alto e basta un qualsiasi sapone neutro. Durante la menopausa, invece, la diminuzione degli estrogeni può provocare secchezza vaginale: meglio quindi un prodotto con sostanze idratanti

La cura dell’igiene intima è fondamentale per prevenire alcune malattie femminili. Una tra le più diffuse e frequenti e senza dubbio la candida che è determinata dalla Candida Albicans (la specie più comune di fungo che si trova all’interno dell’apparato riproduttivo femminile). La patologia si manifesta attraverso prurito intenso, irritazione, disuria e perdite bianche (leucorrea) con una consistenza simile a ricotta

Malattie venereeNews